Bacheca

 

 

Staff Tecnico

Menu

Archivio Stagioni

 

 

 

Terza categoria: sconfitta per lo Sporting

Un’epifania decisamente amara per i ragazzi bianco oro ieri a Montedoro. Nell’ottava giornata di campionato lo Sporting Nissa trova la seconda sconfitta stagionale ancora una volta a tempo scaduto.

Orfani di diverse pedine importanti i nisseni partono subito forte e mettono alla corde la squadra di casa. E’ un funambolico Manganaro a trovare il vantaggio da una punizione dal limite che con una traiettoria beffarda insacca alle spalle di Bufalino.

La partita è a senso unico, mai doma la squadra ospite continua ad attaccare a testa bassa trovando nel portiere avversario e nell’arbitro (decisamente imbarazzante) 2 avversari davvero ostici.

Al 40° il match ha un suo epilogo. Gol inspiegabilmente annullato a Cardella e dal successivo attacco dei padroni di casa arriva il pareggio della squadra di Montedoro.Il primo tempo termina col punteggio di 1 a 1.

A inizio ripresa è ancora l’arbitro il protagonista della partita. Dopo appena 10 minuti espelle Bosco e lascia la squadra ospite in inferiorità numerica.

L’uomo in meno sembra non vedersi in campo e trascinato ancora da Manganaro lo Sporting Nissa tenta ugualmente di agguantare i 3 punti, ma Bufalino autentico migliore in campo, sventa le minacce bianco oro nel migliore dei modi.

A tempo ormai scaduto arriva la beffa per la squadra di Caltanissetta. Da un tiro da fuori area arriva la deviazione di Tulumello che in fuorigioco di almeno un paio di metri trova il gol della domenica che vale per il paesino del vallone nisseno la vittoria e la vetta della classifica.

Per i reali valori visti in campo, sconfitta immeritata per lo Sporting Nissa che torna da Montedoro con la consapevolezza però di essere in grado di aver messo sotto per tutti i 90 minuti e anche in inferiorità numerica la squadra attuale capolista del campionato.

Tabellino:

Reti: 25° Manganaro (SN), 40° Zaccaria (S) Tulumello (S).

SICILIANAMENTE: Bufalino, Emilchiare, Salvo, Fiorentino, Calvanera, Zaccaria, D’antoni, Salvo, Rizza, Tulumello, Di Benedetto.

SPORTING NISSA: Mangiavillano, Bosco, Gambino, Giovenco, Falzone R., Giordano, Nigrelli, Pistone, Stellino, Manganaro, Cardella.

LE PAGELLE

Mangiavillano 6: dalle sue parti arrivano poche volte, ma quando ci arrivano lui si fa trovare pronto. Compie un miracolo sull’ 1-1 ma forse in almeno uno dei 2 gol si poteva fare di più..

Gambino 6,5: partita attenta. Concede poco e niente agli attaccanti di Montedoro. Riesce a tappare i buchi dei suoi compagni di reparto ed è incolpevole nei gol. SUPERSTITE

Giovenco 4,5: In coppia con Falzone non ne azzeccano una. Entrambi propiziano il primo gol che lancia la rimonta del Montedoro. Nel secondo gol è imperdonabile. BATTAGLIA RISCALDATI

Falzone 5: forse la presenza del padre in tribuna lo turba così tanto da non riuscire mai a copire la palla di testa. Amnesie troppo frequenti per il terzinaccio dello sporting. SUPERFICIALE

Bosco 4: nel primo tempo è una freccia. Poi black-out! L’errore che non ti aspetti. Lascia i compagni in 10 nel momento peggiore con ancora un tempo da giocare.  Con lui in campo la spinta bianco oro avrebbe avuto maggiore impulso. SI FARA’ PERDONARE

Pistone 5,5: In fase offensiva non lo si vede quasi mai eppure gioca molto più avanti di quanto visto nelle ultime apparizioni. A volte saglia facili stop o passaggi elementari ma l’impegno c’è sempre.

Nigrelli 7: il neo capitano sfodera una prestazione maiuscola. Sembra che con Giordano si conoscano da anni e invece è la prima partita che giocano assieme. Classe, leadership e senso della posizione. Alterna giocate di alta scuola che fanno divertire il pubblico presente. LEADER

Giordano 7: godiamocelo ancora questi mesi perché il ragazzino classe 96 non può stare in queste categorie. Esordisce dal primo minuto coi più grandi e sembra un veterano. Grinta e cuore da leone, recupera e imposta. Toccasana per il centrocampo dello Sporting. GOOD BYE MIRKO

Cardella 5,5: vorrebbe spaccare il mondo, corre e si danna come nessuno ma forse proprio per questo e poco lucido nei momenti chiave della partita. Fornisce comunque un contributo importante alla causa. VOGLIOSO

Manganaro 8: Prestazione maiuscola. Si carica sulle spalle tutta la squadra. Macina chilometri dopo chilometri. Impressionante per facilità di dribbling e corsa. Segna un gol su punizione ma propizia con le sue galoppate almeno altre 10 palle gol. Devastante in tutte le parti del campo. Lo riesce a fermare solo un permalosissimo arbitro. FENOMENO

Stellino 6: In crescita rispetto alle ultime apparizioni soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa cala ma ha sui piedi la palla del match. SPRECONE

 

 

 

Cerca

Utenti on Line

 3 visitatori online