Bacheca

 

 

Staff Tecnico

Menu

Archivio Stagioni

 

 

 

Allievi: Città di Enna - Sporting Club Nissa 2 - 3

E’ stata la partita del riscatto, è stata la partita dell’orgoglio, è stata una vittoria bella, meritata ed entusiasmante, è stata la partita del cuore dello Sporting Club Nissa. Quella che si è vista oggi, nell’impianto di Pergusa,è stata anche la gara di mister Massimo Ribellino neo tecnico dei bianco –oro che è riuscito, con un solo allenamento diretto, ad risollevare psicologicamente un gruppo scosso prima dalla sconfitta interna di domenica scorsa contro l’Atletico Gela e poi dalle dimissioni in settimana dell’ormai ex tecnico Facciponte.

Ed ha pensare che la gara non era cominciata nel migliore dei modi. In sette minuti la formazione del presidente Di Pasquali, era già sotto di due reti contro Città di Enna abile a sfruttare l’uniche due disattenzioni della formazione nissena.

Al 3’ minuto sugli sviluppi di una calcio d’angolo i padroni di casa passano in vantaggio: il calcio d’angolo battuto forte a mezza altezza si infrange sul palo difeso da Messina il numero 7 del Città di Enna Domini è abile a anticipare la difesa nissena e facilmente con la ribattuta sigla il vantaggio locale.

Al 10’ punizione dal limite dell’area nissena di Domini il tiro, forte, si infrange sull'incolpevole Camastra spiazzando Messina per il 2 a 0 ennese.

Quando la partita sembrava ormai segnata, la formazione nissena comincia a giocare un calcio pregevole fatto di tocchi di prima e possesso palla chiudendo nella trequarti il Città di Enna.

Al 16’ lo Sporting accorcia grazie alla rete di testa di Camastra sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Lo Grasso. Dopo appena 6 minuti, al 22’, lo Sporting pareggia: punizione del solito Lo Grasso dal fondo in area è appostato il “condor” Indorato che di precisione sigla il meritato pareggio.

 

Lo Sporting non si ferma, anzi aumenta il ritmo e si riversa nella trequarti avversaria. Al 25’, angolo battuto da Lo Grasso respinta del portiere locale sui piedi di Indorato che non ha difficoltà a siglare il 3 a 2.

 

Al 33’ è Meli a liberare in area a Cervellione ma a tu per tu con il portiere non riesce ad angolare il pallone che diventa facile preda dell’estremo difensore ennese.

La seconda frazione nei primi 20 minuti, vede il Città di Enna più intraprendente con tiri, comunque, dalla lunga distanza che non impensieriscono Messina.

La gara si infiamma nel finale, prima con la strepitosa parata di Messina su un colpo di testa ravvicinato di Rampello poi con Bruno che si invola sulla destra entra in area e al momento del tiro viene atterrato, l’arbitro non ha dubbi espulsione per Tamburella e calcio di rigore per lo Sporting. Si incarica del tiro lo stesso Bruno che voglioso di regalarsi una rete per il suo compleanno e con la testa rivolta al festeggiamento per la possibile rete calcia il pallone direttamente fuori regalando, invece, al pubblico nisseno venuto ad assistere la gara, gli ultimi minuti al cardiopalmo. Dopo 4’ minuti di recuopero l’arbitro fischia la fine dell’incontro con i giocatori dello Sporting a festeggiare sotto la tribuna e cantando negli spogliatoi “Ribellino uno di noi…”.

Tabellino:

Città di Enna: Mastruzzo, Di Maria, Tamburella, Bongiorno, Amaradio, Zodda, Domini, Di Dio, Rampello, Ahssar, Vicari. All. Caceci Luca.

Sporting Club Nissa A.S.D.: Messina, Camastra, Meli, Giordano, Russica, Paternuosto, Cervellione, Simone, Indorato (70’ Bruno), Lo Grasso, Dhorbul (46’ Lupo). In panchina: Prinicipato.

Pagelle:

  1. Messina 6,5 una indecisione sul primo gol del Città di Enna ma decisivo nel secondo tempo sul colpo di testa di Rampello.
  2. Camastra 7 l'unico neo della gara è l' autorete ma ha anche il merito di siglare la rete che accorcia le distanze per il resto è ordinato e generoso nel lavoro da svolgere.
  3. Meli 8 è un moto perpetuo. Sulla sua fascia è incontenibile ed i suoi cross una bella rivelazione.
  4. Giordano 6,5 è una diga a centrocampo.
  5. Russica 7 in difesa è una sicurezza.
  6. Paternuosto 8 gioca da difensore centrale. E' un muro davanti alla difesa ma con palla è elegante. Costruisce l'azione dalla sua difesa e mette ordine nella retroguardia.
  7. Cervellione 6,5 gioca una gara generosa fatta di tanta corsa e dedizione tattica.
  8. Simone 6,5 nel centrocampo è il più piccolo ma la sua intensità è da grande giocatore.
  9. Indorato 9 ritrova due gol dopo tanto tempo. Lo Sporting ha bisogno dei suoi gol.
  10. Lo Grasso 7,5 dai suoi piedi arrivano le tre reti nissene. Quando è informa è sempre determinate.
  11. Dhorbul 6,5 gioca solamente un tempo a causa dell'influenza. Sulla sua fascia, comunque, è devastante.
  12. Principato. s.v.
  13. Lupo 6,5 entra al posto di Dhorbul pensa più che ad attaccare a difendere e lo fa con ordine.
  14. Bruno 6,5 entra a fine gara si procura un penalty ed la conseguente espulsione avversaria. Si incarica del tiro lo sbaglia ma oggi è il suo compleanno.....
  15. Mister Ribellino 8 un allenamento pochi minuti per conoscere i propri giocatori ed è subito in campo. Arriva il gioco ed la vittoria.

Sponsors

Seguici su Facebook

Cerca

Utenti on Line

 9 visitatori online