Bacheca

 

 

Staff Tecnico

Menu

Archivio Stagioni

 

 

 

Allievi: Sportin Club Nissa -J.Vittoria 1 - 0

Seconda vittoria consecutiva per lo Sporting Club Nissa che al Palmintelli ha battuto di misura la Junior Vittoria. Su un campo “indecente” pieno di pozzanghere,  a causa della copiosa pioggia caduta sabato e domenica, è bastato il calcio di rigore di Gianluca Lo Grasso ha decidere un match difficile contro un avversario ostico che ha badato più a difendersi che ha proporsi in attacco. Mister  Massimo Ribellino ha riproposto lo stesso modulo visto contro il Città di Enna con le novità di Bonfanti al posto di Camastra in difesa e Bruno, unica punta, dal primo minuto al posto dell’infortunato Indorato e con Lo Grasso nella trequarti.

La difficoltà ad giocare palla a terra per le condizioni del campo impedisce, nella prima parte della gara, ai nisseni d’imporre il proprio gioco e per questo le azioni più importati arrivano da palla inattiva: Al 12’ su un calcio di punizione battuto da Lo Grasso il colpo di testa di Russica sfiora la traversa.

Al 25’ Valenti si invola sulla sinistra il suo cross basso impegna il portiere ospite bravo ad anticipare Bruno.

Al 30’ arriva l’azione più pericolosa, oltre che rocambolesca, di tutto il primo tempo: Valenti si invola in area e dopo aver dribblato anche il portiere tira a botta sicura a porta vuota, il giovane nisseno esulta per la possibile rete ma la palla si ferma incredibilmente nella pozzanghera d’acqua poco prima della linea di porta.

 

 

Nella seconda frazione Mister Ribellino effettua subito due cambi: sulla fascia destra esce Meli per Dhorbul mentre sulla sinistra esce Lupo per Cervellione. E’ uno Sporting, a questo punto, a trazione anteriore con Valenti spostato sulla linea difensiva e Cervellione esterno sinistro di centrocampo mentre Dhorbul a destra a sostegno di Bruno.

Ed è proprio dall’asse destro che arriva il meritato vantaggio bianco – oro: Al 47’ Dhorbul libera Bruno in area, l’attaccante tira ma il portiere respinge sui i piedi dello stesso attaccante che al momento di ritirare in porta viene stesso in area dall’estremo difensore ospite. L’arbitro decreta il penalty battuto e realizzato da Lo Grasso.

Dopo appena due minuti Lo Grasso libera in area Cervellione che da solo e a porta vuota colpisce incredibilmente fuori. Al 65’ gran tiro da fuori area di Lo Grasso il pallone va fuori di poco.

La partita, a questo punto, è ben  amministra dai nisseni che riescono a comandare il gioco portando a casa la meritata vittoria.

Tabellino:

Rete: 47’ st. Lo Grasso (Sporting Club Nissa)

S.C. Nissa: Messina, Bonfanti, Meli (Dhorbul), Giordano, Russica, Paternuosto, Lupo (45’Cervellione), Simone, Bruno, Lo Grasso, Valenti. In Panchina: Camastra, Testaquatra, Giardina. All. Massimo Ribellino

Junior Vittoria: Sisino, Carnebella, Russo, La Rocca, Ferraro, Dierna, Girasa, Raniolo, Frasca, Zisa, Meli. All. Vasile Gianfranco.

Pagelle:

  1. Messina 6, inoperoso ma determinate nel dare la carica e la sicurezza a tutta la squadra;
  2. Bonfanti 6, nella fase difensiva è una roccia deve migliorare nella proposizione del gioco;
  3. Meli 6, ha giocato un tempo ha pensato più a mantenere gli sterili attacchi avversari che a proporsi;
  4. Giordano 6,5, mette ordine a centrocampo dettando i  tempi alla squadra ma il campo “fangoso” non gli permette di verticalizzare con più frequenza;
  5. Russica 6,5, di testa è monumentale e nella propria area è il leader incontrastato;
  6. Paternuosto 6, nel nuovo ruolo si è ben adattato è elegante nei movimenti ma deve migliorare nella coordinazione nelle palle alte;
  7. Lupo 6, l’azione di tacco nella prima frazione che libera Bruno vale il voto in pagella per il resto è normale amministrazione;
  8. Simone 7,5, è su ogni pallone per gli avversari è un mastino che non da il tempo di respirare. E’ tutto cuore e polmoni;
  9. Bruno 7, lotta e prende colpi da solo contro tutta la difesa avversaria, propizia il rigore della vittoria dopo un bella azione in area;
  10. Lo Grasso 7,5, segna la rete della vittoria e con le sue giocate libera più volte i compagni di squadra alla conclusione in porta;
  11. Valenti 8, è il migliore in campo. E’ un moto perpetuo, lotta, dribbla, corre su e giù per la fascia senza mai arrendersi.
  12. Dhorbul 6, entra nella seconda frazione non è in perfette condizioni fisiche ma la sua presenza risulta fondamentale;
  13. Cervellione 6,5, solo 45’ minuti per lui ma tanta corsa e tante botte subite. Si mangia un gol fatto e tiene troppo la palla nei piedi;
  14. Mister Massimo Ribellino 7, indovina le sostituzioni nella seconda frazione che danno la vittoria. Il gioco non è stato armonico come ad Enna ma i margini di miglioramento ci sono.

Cerca

Utenti on Line

 5 visitatori online