Bacheca

 

 

Staff Tecnico

Menu

Archivio Stagioni

 

 

 

Terza Categoria: Remuntada Bianco - Oro

Partita dalle mille emozioni ieri pomeriggio a Santa Caterina tra la Libertas Capra e lo Sporting Nissa. Tanti gol, molto agonismo e soprattutto un grande spettacolo che di sicuro non ha annoiato il numeroso pubblico caterinense.

Da un lato un’agguerrita Libertas Capra che in casa ha sempre divertito i suoi tifosi e che insegue ancora il traguardo dei play off, dall’altro lo Sporting Nissa, reduce da 2 vittorie consecutive che vuole consolidare il suo secondo posto in classifica. A sfidarsi sono anche i 2 bomber della categoria, Grillo e Tuca si contendono infatti lo scettro di capocannoniere del torneo.

Il primo tempo è di chiara marca giallo-rossa. La Libertas Capra mette alle corde uno Sportng Nissa entrato in campo molle e con la testa altrove. Nel giro di 20 minuti prima Tuca e poi una pregevole incornata dell’airone Chirico portano sul doppio vantaggio la squadra di casa. La partita sembra così indirizzarsi verso una vittoria più che meritata per la squadra del presidente Cucchiara.

Allo scadere del prima frazione il match si riapre. Grillo calcia una punizione magistrale dai 25 metri timbrando così la sua 13° marcatura stagionale.

 

Nella secondo tempo l’inerzia della partita cambia. La sfuriata di mister Ferrante negli spogliatoi ha i suoi effetti. I nisseni appaiono freschi e rinvigoriti. E nuovamente Grillo al quarto d’ora ad avere fra i piedi la palla del pari ma un campo al limite della praticabilità lo penalizza e il bomber calcia male e debolmente.

 

Passano altri dieci minuti e la partita ha un nuovo epilogo. Ancora Grillo lanciato in area da un ispirato Foderà, viene messo giù in piena area di rigore. L’arbitro non può fare a meno di concedere il penalty ed espellere il difensore della Libertas Capra.

Dagli 11 metri un frastornato Grillo è implacabile come al solito e porta il risultato sul 2 a 2.

Lo Sporting Nissa continua ad attaccare a testa bassa alla ricerca del vantaggio soprattutto con Manganaro Foderà e col neo entrato Cardella. E proprio quest’ultimo che all’80° si conquista una punizione che molto furbescamente un furbo Foderà batte a sorpresa, tracciando una parabola perfida e precisa che si insacca alle spalle del portiere avversario.

Da li in poi la squadra di casa si espone ai contropiedi degli ospiti, ma al 91° quando ormai tutto sembra indirizzasi verso la direzione migliore per i ragazzi di Ferrante arriva la doccia fredda. Gambino colpisce in area la palla con le mani e l’arbitro concede il rigore alla squadra di casa. Un glaciale Tuca mette in rete e porta il risultato sul 3-3.

Una partita che in molti si ricorderanno per questo susseguirsi di emozioni non poteva non avere un ulteriore sussulto finale.

Al 95° il giovanissimo Mirko Giordano salta 2 uomini in area di rigore e con un preciso diagonale fissa il peggio sul 3-4. E’ l’apoteosi per i nisseni che sommergono di abbracci il più giovane del gruppo.

Termina così una partita al cardiopalma. Con questa vittoria la squadra di Caltanissetta consolida il suo secondo posto. A 2 partite dal termine della lo Sporting porta a 3 punti il vantaggio sulle terze e a 4 il distacco dalla prima, un Campobello di Licata, sempre più in affanno che sta arrivando col fiatone alla volata finale del campionato.

Tabellino:

LIBERTAS CAPRA: Librizzi, Di Maggio, Saporito, Viscuso, Bagoly, Di Martino, Noto, Salamone, Tuca, Chirico, Vasile.

SPORTING NISSA: Maritato, Pistone, Gambino, Battaglia, Baglio, Nigrelli (74° Giordano) , Bosco, Stellino (85° Giovenco), Mamganaro, Foderà F., Grillo (72°Cardella)

RETI: 22° Tuca (LC) , 31° Chirico (LC), 43° Grillo (SN), 67° Grillo (SN), 81° Foderà (SN), 91° Tuca (LC), 95° Giordano (SN).

LE PAGELLE

MARITATO 5 a 45 anni è riuscito a farsi rimproverare dal mister e, ancora non abbiamo capito perché voleva andare a saltare di testa  CRAZY MAN

BATTAGLIA 6.5 della difesa è l’unico che si salva perché capisce come si deve giocare in quel campo infatti quando i palloni arrivano dalle sue parti volano via URAGANO

GAMBINO 5.5 il viaggio durato 1 ora e pieno di montagne per arrivare in un posto che dista solo 20 minuti sicuramente ha influito nella prestazione del capitano che non è stata  quella del suo  standard abituale  INCOLORE

PISTONE 6 tranne uno svarione sul primo gol anche lui capisce  i limiti del campo e si limita a fare il compito datogli da CALTAMBIENTE…. SPAZZINO

BAGLIO 4 primo tempo macchiato dall’errore in marcatura sul gol  secondo tempo da dimenticare lisci, interventi fuori tempo ed espulsione una vera e propria partita da dimenticare  SCIAGURA

NIGRELLI 5.5 come quando cerca di bere in discoteca con uno scontrino già utilizzato; cerca di  giocare in un campo dove non si può giocare poi esce per infortunio DOLENTE

MANGANARO 5,5 se Indiana Jones andava alla ricerca dell’arca perduta lui va alla ricerca del pallone perché è  da due partite che non ne tocca uno….. OGGETTO NON IDENTIFICATO

BOSCO 5,5 non indovina un appoggio  ma corre cosi tanto e cambia cosi tanti ruoli che  a volte anche lui non capisce dove si trova PERDONATO

STELLINO 6 gioca tanto per la squadra ma, servono punture di convinzione  per questo talentuoso ragazzo, che è l’unico che cerca la porta ma appunto, non lo fa con convinzione giusta  i suoi gol arriveranno ne siamo sicuri speriamo non ci smentirà  CANE BASTONATO

FODERA’ 7.5 la sua prestazione non è stata esilarante ma adesso capiamo perché il mister non lo fa uscire quasi mai dal campo perché spera sempre in una sua invenzione ,invenzione che ha lasciato tutti a bocca aperta infatti il suo gol è una perla calcistica FANTASCENTIFICO

GRILLO  7.5 arriva affamato da lavoro e si mangia tutti: campo, avversari, compagni e mister …. Mette  a segno un bellissimo gol su punizione e si procura e segna il gol su rigore, batte si lotta e segna di continuo  con questo carattere il nostro bomber ci può portare in seconda….  FUCILIERE

GIORDANO 7 entra dalla panchina e decide la partita è proprio vero, le movenze sono le sue e la freddezza per l’età che ha è uguale a lui ….. abbiamo trovato il nuovo POGBA

CARDELLA 6,5 buon impatto sulla partita, fa una progressione che nemmeno Bolt farebbe di meglio, peccato che gli manchi la conclusione finale.

FERRANTE 7 gioisce ancora come quando allenava giovanissimi e allievi e ancora una volta la vittoria arriva dalla panchina. VERO CONDOTTIERO

Cerca

Utenti on Line

 12 visitatori online